Navigare Facile

Vedere a Castel San Pietro

Monumenti

CASSERO E TORRE DELL'OROLOGIO: Sono le uniche cose rimaste dell'antico castello del 1199. La costruzione fu sempre proprieta' della famiglia Malvasia fino al 1920 quando fu donata al Comune. Nel Cassero, dal 1478 fino ai primi anni del '900 vi era un Teatro che fu poi completamente distrutto da un fulmine. Proprio sotto il voltone e' visibile una iscrizione latina che rappresenta in certo qual modo la nascita ufficiale del paese.

PALAZZO COMUNALE: Costruito tra il 1845 e il 1859 su progetto dell'ingegner Marco Manini.

SANTUARIO DEL CROCEFISSO: costruito nel 1740 e, in parte modificato agli inizi del Novecento. Il Campanile, terminato nel 1930, ospita un "concerto" di 55 campane attivate da una tastiera collegata ad un meccanismo elettropneumatico, ideato da Giulio Gollini. Il nome del Santuario deriva dal fatto che fu fatto erigere dalla Compagnia del S.S. Crocefisso e ospita importanti affreschi del Baldi.

CHIESA DI SAN BARTOLOMEO: Costruita nel 1344, rimase luogo di culto fino al 1957.

PALAZZO MALVASIA: Si trova all'interno dell'area anticamente delimitata dalle mura, esattamente in via Palestro; ospito' Carlo Emanuele III re di Piemonte e di Sardegna; dal 1868 e' sede dell'Istituto dell'Immacolata ed e' stato integralmente trasformato.

CHIESA e CONVENTO DEI CAPPUCCINI: si trova a sud-ovest del capoluogo. Sorse ad opera del conte Pompeo Ramazzotti su un terreno del conte Anton Galeazzo Malvasia.  L'interno e' affrescato da Carlo Baldi e ospita opere di rilievo di Marchesi, Calvi, Massari e del Dalmonti di Faenza. Nel Convento di notevole interesse son un dipinto del Crespi (San Fedele) e uno del Savonazzi (Ultima Cena). In questa chiesa sono ospitate le spoglie mortali non soltanto del Conte P. Ramazzotti e del Conte A.G.Malvasia ma pure quelle del famosissimo principe G. Pico della Mirandola.